UMD AL CAMPUS ROSSOBLU 2015

Scritto da  , Pubblicato in News

Si è conlcusa anche quest'anno l'avventura della UMD  al City Campus Rossoblu, a Bologna presso il Centro Tecnico Niccolò Galli di Castedebole; 18 quest'anno i ragazzini UMD che hanno preso parte all'esperienza campus, qualcuno già veterano e qualcunaltro alla prima esperienza ma tutti contenti e entusiasti per aver vissuto un'avventura sempre affascinante e meravigliosa anche se faticosa. Il campus rossoblu è una sorta di villaggio del calcio in cui tutti gli iscritti vengono accolti e smistati per età e, ognuno con i suoi mister, lavora dalle nove del mattino alle cinque del pomeriggio per poter acquisire capacità tecniche e tattiche e per migliorare le proprie attitudini calcistiche attraverso schemi, esercizi, giochi e sfide.

La bellezza del campus, a mio avviso, è proprio questa: tutto appare come un gioco o come una sfida cui i ragazzi prendono parte ma è tutto finalizzato al miglioramento del singolo, non c'è nulla di casuale in quello che i tecnici propongono, c'è sempre un obiettivo mirato e individuale che sembra impossibile da raggiungere se si pensa che in questa settimana c'erano 104 partecipanti eppure, per ognuno di loro, è stata immediatamente fatta una valutazione ad hoc e trovato il modo per spronarlo a correggere i difetti o a migliorare le doti personali. E poi l'ambiente che si respira....un ambiente accogliente per i ragazzi, dove ognuno si sente di casa e immediatamente è portato, obbligato e interessato a conoscere i propri compagni: primo esercizio nel gruppo dei più grandi, chiedere il nome del compagno cui si sta passando la palla, dichiarare il proprio nome e salutare...è calcio si, ma è anche socievolezza, anche comunicazione! soprattutto se si tiene conto del fatto che la maggior parte dei partecipanti sono di e del Bologna ma che ci sono anche altri ragazzi che potrebbero venire esclusi dai gruppi già consolidati. Quasi tutti i nostri partecipanti si sono immediatamente ambientati fino ad arrivare ad impartire lezioni di potentino ai bolognesi, e prendere lezione di bolognese... su "puntazza" e "piattone" hanno discusso parecchio!!!!! Tra Martedì e giovedì, divisi per gruppi, tutti i partecipanti hanno trascorso una giornata al Villaggio della Salute, dove hanno giocato a caolcio ma, soprattuto, hanno usufruito di una serie di scivoli acquatici e piscine a tema per trascorere insieme una giornata divertentissima sempre in compagnia dei coetanei e sotto il controllo dei mister. La capacità e la necessità di diversificare i tempi per non rendere noiose le giornate e di sfruttare ogni occasione per trasformare anche la cosa più noiosa in una sfida o in un momento piacevole si è concretizzata nella Champions Tavoli a pranzo, o nelle canzoni dei Beatles durante la canonica ora di inglese...e poi, il MUNDIALITO e la partita con il DREAM TEAM, due momenti di eccezionale partecipazione collettiva e di adrenalina allo stato puro: il mundialito è un torneo a squadre tra coetanei che accende gli animi di tutti i partecipanti e porta, a volte, anche a forti gioie e a fortissimi contrasti fra le squadre... la partita contro il Dream Team è una partita, chiaramente truccata, tra la squadra di tutti i mister (il Dream Team appunto ) e le categorie di ragazzi divise per età....il Dream Team non ha mai perso!!!!!! ma per la UMD hanno segnato contro il Dream Team, Simone per i 2008, Andrea per i 2005 e Mattea per i 2004!!!!!!!! e poi i SUPEROSPITI passati a salutare i ragazzi e a raccontare le loro esperienze calcistiche: il moldavo Ionita dell'Hellas Verona, Zuculini e Ferrari del Bologna, Coppola e Gastaldello sempre del Bologna. Insomma, una settimana intensa per i ragazzi ma anche per i mister: a parte il tecnico Mimmo Uva, socio della UMD e fautore dell'affiliazione con il Bologna quindi veterano dell'esperienza, quest'anno per la prima volta hanno partecipato al campus anche i tecnici UMD Antonio Rondanini e Davide Sarli che tornano a Potenza con un bagaglio di informazioni e di esperienze decisamente arricchito sia su come gestire i gruppi, sia sulle tecniche da far studiare ai ragazzi; mister Uva torna, invece, con la grande speranza di poter realizzare a Potenza un campus di questo tipo, con gli strumenti per poterlo importare e con il desiderio di mostrare ai nostri amici di Bologna che la collaborazione con loro è anche, e soprattutto, sprone per noi e per la nostra Società. Ai responsabili del settore giovanile del Bologna, al prof. Corazza in primis, al prof. Chiatti e al prof. Biavati va il nostro ringraziamento per la sempre cordiale accoglienza che ci riservano e per la stima che ci trasmettono in ogni occasione in cui partecipiamo alle iniziative del Bologna FC; ed è stato proprio il prof Chiatti ieri a citare la UMD Potenza Soccer al Grassroots Festival a Coverciano come un'affiliata particolarmente attiva e propositiva. Al termine di questa esperienza del campus rossoblu 2015 non possiamo, quindi, che essere pienamente soddisfatti per l'avventura vissuta dai ragazzi e per l'immagine stessa della UMD e non possiamo che ricordare a tutti che...

...IL CALCIO E' DIVERTIMENTO!!!...

CAMP15 5 CAMP15 4
CAMP15 2 CAMP15 3
CAMP15 6 CAMP15 1
CAMP15 7 CAMP15 8

 

 

Condividi questo post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Ultima modifica ilVenerdì, 10 Luglio 2015 16:41

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Vota questo articolo
(1 Vota)