Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1002

L'IMPORTANZA DI UNA SANA ALIMENTAZIONE

Scritto da  , Pubblicato in Guide Tecniche

Di Antonella Rienzi

RBIMBI ALIMENTAZIONE2ecenti studi condotti allo scopo di conoscere le abitudini dei bambini ( 6-11anni) e dei giovani (12-17 anni) relative all'alimentazione, all'attività motoria e al benessere fisico, hanno evidenziato che la maggior parte dei giovani conosce i comportamenti connessi ad uno stile divita corretto, ma la complessità e i ritmi della quotidianità pongono degli ostacoli all'adozione di buone pratiche, soprattutto per quanto riguarda il movimento.Le attività lavorative e il tempo libero, sempre meno impegnativi dal punto di vista del consumo energetico, le abitudini alimentari diverse da quelle tradizionalmente basate su pasti preparati e consumati in famiglia, necessariamente si riflettono sugli attuali comportamenti e modelli di vita di bambini e adolescenti, per i quali si fa sempre più difficile l'acquisizione di corrette e motivate abitudini ad una vita attiva e ad una sana alimentazione.

Tali abitudini risultano invece essenziali per la salute e il benessere della persona, in quanto proprio le scorrette scelte alimentari e la sedentarietà rappresentano non solo per gli adulti, ma anche per i ragazzi e i giovani, fattori elevati di rischio per l'insorgenza di sovrappeso, obesità anche infantili che a loro volta possono determinare ed aggravare diverse malattie, nonché per le possibili conseguenze di natura psicologica.I bambini e i giovani con problemi di peso, a rischio di patologie future, sono troppo spesso figli della superficialità, della disorganizzazione, della distrazione.

BIMBI ALIMENTAZIONE3

Obesità infantile

Attraverso il controllo dell’alimentazione, ma anche attraverso una vita fisicamente più attiva. Certo, mettere in pratica i buoni propositi non è semplice, ma i bambini sono carta assorbente: le figure parentali a loro più vicine rappresentano i modelli prioritari ed indiscussi di riferimento; gli adulti quindi, hanno l'obbligo di non abdicare al loro ruolo di educatori.

Alla famiglia, primo naturale contesto socializzante in cui si trova inserito il bambino, spetta il difficile ma stimolante compito di seguirlo passo passo nella sua crescita, formarlo in tutti gli aspetti della persona per renderlo, da adulto, artefice consapevole della sua vita, soggetto attivo e capace di scegliere, in ogni campo dell' esistenza, il meglio per sé e per gli altri. Tutti i genitori, nella consapevolezza che l'età evolutiva è la fase della vita maggiormente implicata con la comparsa di scorrette abitudini, hanno il dovere di creare le condizioni favorevoli affinché i loro figli instaurino un rapporto sano con il proprio corpo, attraverso l'esercizio di un'autodisciplina che, mentre genera benessere fisico, si struttura anche come tratto permanente e qualificante della personalità.

La sana dieta alimentare, ovvero una corretta alimentazione, è l'insieme dei comportamenti e dei rapporti nei confronti del cibo che permettono il mantenimento della propria salute nel rispetto dell'ambiente e degli altri.

E' opportuno ricordare che il termine "dieta" indica una selezione ragionata di alimenti, e non necessariamente un regime alimentare finalizzato ad ottenere una perdita di peso.

L'assunzione errata di alimenti, sia nella quantità che nella qualità, può essere uno dei fattori principali nella determinazione di stati patologici quali ipertensione, malattie dell'apparato cardiocircolatorio, obesità, diabete e alcune forme di tumori. Il rischio obesità, in particolare, è determinato sia da un eccesso di calorie introdotte, rispetto a quelle consumate, ma soprattutto, nell'età giovanile, da stili di vita sedentari, spesso omologati dalle famiglie.

BIMBI ALIMENTAZIONE4

Non dobbiamo mai dimenticarci una regola fondamentale:per vivere bene è indispensabile seguire le norme di una sana e corretta nutrizione.Inoltre dobbiamo essere coscienti che un giusto comportamento alimentare comincia dalla prima infanzia.

I punti chiave per una sana alimentazione italiana sono iseguenti:

1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo

2. Più cereali, legumi, ortaggi e frutta

3. Grassi: scegli la qualità e limita la quantità

4. Zuccheri, dolci bevande zuccherate: nei giusti limiti

5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza

6. Il sale? Meglio poco

La preoccupante diffusione del sovrappeso e dell’obesità nella nostra società è in parte attribuibile al fatto che la vita moderna promuove stili di vita estremamente sedentari, con livelli assai ridotti di attività fisica. Valori troppo bassi di dispendio energetico rendono difficile mantenere l’equilibrio tra entrate ed uscite caloriche, di conseguenza, il raggiungimento di un peso corporeo corretto va realizzato non solo preferenza, nell’espletamento delle attività quotidiane, all’uso dei propri muscoli in modo da produrre dispendio energetico attraverso la sudorazione.

 Il tuo peso dipende anche da te.

Pesati almeno una volta al mese controllando che il peso sia nei limiti consigliati dal tuo medico.

Riportalo gradatamente entro tali limiti qualora non vi rientri.

Abituati a muoverti di più ogni giorno: cammina, sali e scendi le scale.

Evita le diete squilibrate che possono essere dannose per

la tua salute. Una buona dieta dimagrante deve sempre includere tutti gli alimenti in maniera quanto più possibile equilibrata.

 ...IL CALCIO E' DIVERTIMENTO!!!...

Condividi questo post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Ultima modifica ilMartedì, 14 Luglio 2015 15:54

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Vota questo articolo
(0 Voti)